News

News


Categorie : Sicurezza sul Web


29/05/2017 Categorie: , Formazione , Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza
Bullismo e Cyberbullismo - La violenza consumata attraverso i social network Tribunale di Napoli Aula Arengario - Centro Direzionale Mercoledi 31-05-2017 ore 12:00- 16:00  
Vai alla voce
03/03/2017 Categorie: Avvisi , Motori di Ricerca , Sicurezza sul Web
Https nuovo terreno di scontro tra i principali browser. La notizia è ufficiale: dal prossimo gennaio 2017 il popolare browser Google Chrome segnalerà come non sicuri tutti i siti che accettano connessioni HTTP non cifrate, rovesciando il concetto attuale di “sito non sicuro”. Il browser di “Big G” allerterà l’utente sulla pericolosità di un sito se questo non implementerà il trasporto delle informazioni attraverso un canale sicuro (SSL/TLS): riconoscibile dalla presenza del protocollo https://. E’ quindi una questione di sicurezza, ma anche una questione di reputazione del proprio sito internet. Un sit ...
Vai alla voce
30/09/2016 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web
Riconducibile a dipendenti il 43% dei "data breach" nelle aziende, e fortuite le cause in metà dei casi. Rapetto: "Argomento spesso affrontato solo a cose fatte quando è troppo tardi, e si perde ancor più tempo per capire cosa fare". Bernardi: "Aziende investono in tecnologie avanzate, ma non mettono poi a disposizione budget per assumere o formare personale competente". Focus sul tema al 6° Privacy Day Forum il 13 ottobre.  Roma - 2 settembre 2016 - Ogni volta che il sistema informatico aziendale va improvvisamente in tilt, o che certi dati risultano inspiegabilmente spariti dai server, il primo pensiero va ad un attacco hacker o a un virus. Ma non è sempre colpa dei pirati informatici, anzi molte volte per trovare la causa del problema non c'è bisogno di cercare troppo lontano, e spesso il g ...
Vai alla voce
30/09/2016 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web
Su oltre trecento dispositivi elettronici connessi a Internet - come orologi e braccialetti intelligenti, contatori elettronici e termostati di ultima generazione - più del 60% non ha superato l'esame dei Garanti della privacy di 26 Paesi. E' quanto emerge dall'indagine a tappeto ("sweep"), a carattere internazionale, avviata lo scorso maggio dalle Autorità per la protezione dei dati personali appartenenti al Global Privacy Enforcement Network (GPEN), di cui fa parte anche il Garante italiano, per verificare il rispetto della privacy nell'Internet delle cose (IoT).   I riscontri raccolti dagli esperti delle Autorità, su più di trecento apparecchi delle principali società del settore, hanno fatto emergere, a livello globale, gravi carenze nella tutela della privacy degli utenti:   ...
Vai alla voce
30/09/2016 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web
Verifiche indiscriminate sulla posta elettronica e sulla navigazione web del personale sono in contrasto con il Codice della privacy e con lo Statuto dei lavoratori. Questa la decisione adottata dal Garante, che ha vietato a un’università il monitoraggio massivo delle attività in Internet dei propri dipendenti. Il caso era sorto proprio per la denuncia del personale tecnico-amministrativo e docente, che lamentava la violazione della propria privacy e il controllo a distanza posto in essere dall’Ateneo. Nel corso dell’istruttoria, l’amministrazione ha respinto le accuse, sostenendo che l’attività di monitoraggio delle comunicazioni elettroniche era attivata saltuariamente, e solo in caso di rilevamento di software maligno e di violazioni del diritto d’autore o di indagini della magistratura. L’Università av ...
Vai alla voce
30/09/2016 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web
No alle newsletter promozionali senza consenso. È quanto ha riaffermato il Garante per la privacy affrontando il caso di un utente che lamentava la ricezione sulla propria mail di una newsletter a carattere promozionale proveniente dall’indirizzo di posta elettronica di una società che opera nell’e-commerce di articoli medicali. La comunicazione, giunta all’utente dopo l’acquisto on line di alcuni prodotti sul sito della società,  era stata inviata senza che avesse fornito un esplicito e specifico consenso al ricevimento di materiale pubblicitario. Una procedura più volte sanzionata dall’Autorità perché in aperta violazione con quanto stabilito dal Codice sulla protezione dei dati personali. Dalle verifiche effettuate dall’Autorità sul sito dell’azienda è emerso c ...
Vai alla voce
14/04/2016 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza
Censis e Polizia postale e delle comunicazioni presentano la ricerca “Verso un uso consapevole dei media digitali”   E’ su Internet che si verificano più frequentemente fenomeni di bullismo, lo pensa il 77% dei presidi delle scuole italiane medie e superiori. Più che nei luoghi di aggregazione giovanile, nel tragitto da casa verso scuola ed all'interno degli istituti. Sono alcuni dei dati emersi dalla ricerca “Verso un uso consapevole dei media digitali” realizzata dal Censis, in collaborazione con la Polizia postale e delle comunicazioni, presentata ieri alla Scuola superiore di Polizia di Roma. Lo studio, basato sulle risposte di 1.727 dirigenti scolastici di tutta Italia, fa parte di un percorso di ricerca che vuole capire meglio le implicazioni dell'uso delle ...
Vai alla voce
17/07/2015 Categorie: , Notizie Generali , Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza
Il giorno 17 07 2015 si è tenuto il SEMINARIO NAZIONALE ANDIS, nella bellissima finestra naturale del Laceno, con piacere ripropongo alcuni minuti della mia presentazione in merito alla Linea Sicurezza FlashStart Edu  rivolta ai ai dirigenti ANDIS
Vai alla voce
05/05/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
  Blocca tutti i siti Pedopornografici Demo Gratuita     Protegge i tuoi Alunni da episodi di Cyberbullismo Demo Gratuit ...
Vai alla voce
28/04/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza
  Facebook può diventare un vizio particolarmente “costoso” per chi non sa tenere la lingua al proprio posto e, nello stesso tempo, ritiene che la giustizia abbia tempi troppo lunghi per potersi preoccupare del rispetto altrui. Per costoro, infatti, che non rispettano il prossimo neanche sui social network e hanno il vocabolario offensivo o sconveniente, arrivano brutte notizie da una recente ordinanza del tribunale di Reggio Emilia. Per i casi di ingiuria o diffamazione a mezzoFacebook o altri social network è possibile ilricorso in via d’urgenza al tribunale civile (il cosiddetto “articolo 700 del codic ...
Vai alla voce
03/04/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
 Oggi è più che mai attuale la "Direttiva sul Cyberbullismo", che invita le scuole ad aiutare a contenere questo pericoloso fenomeno sia educando gli studenti, sia adottando misure preventive interne: troppo spesso, infatti, i cyber bulli usano le risorse della scuola per commettere i loro crimini. E' importante che il Dirigente scolastico protegga il personale e gli allievi adottando opportuni strumenti di controllo e limitazione all'accesso ad Internet. Flashstart Cloud è l'innovativa soluzione per filtrare efficacemente la navigazione Internet e decidere quali siti saranno accessibili a chi si collega dalla rete della scuola. Flashstart Cloud è economico e semplicissim ...
Vai alla voce
23/03/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Regin il Virus che Spia Tutti Uno spettacolare caso di spionaggio cibernetico sta creando molto scompiglio in Rete: stiamo parlando del programma “Regin”, un supertrojan che riesce a camuffarsi a regola d’arte e ad attuare alcuni odiosi stratagemmi.  Regin  si basa su un sistema modulare: questo significa che gli ideatori possono “confezionarsi” il virus ad hoc ed effettuare operazioni di spionaggio sui computer delle vittime per carpire password, scattare foto delle videate del computer, tenere sotto controllo il flusso dei dati, ripristinare materiale cancellato ecc. In secondo luogo i criminali indirizzano i malcapitati verso pagine Internet infette dove ...
Vai alla voce
20/03/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Virus prende in ostaggio i Pc Allarme tra le Piccole Imprese Virus prende in ostaggio i pc e chiede il riscatto. Cresce in Italia l'allarme per gli attacchi di un virus battezzato "Cryptolocker", che prende letteralmente in ostaggio i file del computer pretendendo il pagamento di un riscatto. Si presenta sotto forma di file allegato a un messaggio e-mail di un sedicente corriere postale. Riproduce logo e marchi del corriere e invita l'utente a "scaricare l'etichetta di spedizione" per un non meglio precisato pacco in arrivo. In realtà si tratta del malware e l'incauto ...
Vai alla voce
19/03/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Sicurezza Informatica Anche se è appena cominciato, il 2015 segna già un record, purtroppo negativo. I primi mesi del nuovo anno, infatti, hanno fatto registrare finora il più alto livello di rilevamento di attacchi informatici. E' tornato all’attacco  Cryptolocker con una nuova variante in grado di  eludere il controllo della maggior parte degli antivirus, di insinuarsi tramite l’apertura dell’allegato nella e-mail e di criptare i dati della vittima chiedendo il versamento di una somma a titolo di riscatto. Un malware capace di rendere immediatamente illeggibili tutti i documenti presenti non solo sul computer ogge ...
Vai alla voce
19/03/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Il 2014 anno nero per la sicurezza online Il 2014 è stato un anno nero per la sicurezza online e la consapevolezza degli internauti nei confronti dei pericoli in rete è poca: meno tra le donne che fra gli uomini. L'anno scorso gli esperti hanno registrato un'impennata di programmi dannosi. Ogni giorno hanno rilevato 200mila nuove tipologie di malware e, considerando che il totale dei campioni del loro database è di 220 milioni, gli esperti sottolineando che il 34% di tutto il malware mai creato è stato codificato proprio nel 2014. La Cina è in testa col più alto tasso di infezioni (49%), mentr ...
Vai alla voce
18/03/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Riportiamo una notizia a testimonianza di come una piccola disattenzione possa trasformarsi in un grosso problema.   Un insegnante, armata di tutte le buone intenzioni, decide di organizzare una lezione interattiva per i suoi studenti.   L’obiettivo è quello di far vedere alcuni video su un supporto multimediale, come spesso accade in qualunque scuola.   Purtroppo, per un errore dell’insegnante, è andato in onda un video porno, creando un grosso scalpore all’interno della classe.   Il video è durato pochissimi secondi ma sono bastati per scatenare l’ira dei genitori.   Questo articolo dimostra c ...
Vai alla voce
16/03/2015 Categorie: Sicurezza Informatica , Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza
L’esigenza di una regolamentazione dell’utilizzo di Internet nasce perché la legge vieta ai datori di lavoro pubblici e privati la verifica dei siti Internet visitati dai propri dipendenti, se non in casi eccezionali, perché ciò determinerebbe un controllo a distanza dell’attività lavorativa vietato dallo Statuto dei lavoratori. Anche le pubbliche amministrazioni sono state invitate dalla direttiva Brunetta a predisporre sistemi di filtraggio Didascalia Non potendo pertanto controllare la persona nelle sue preferenze di ...
Vai alla voce
05/02/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Utility , Social-Sicurezza , Notizie Generali
ROMA – Negli ultimi giorni sta circolando una e-mail, mittente Michela Azzalini, che contiene al suo interno un malware (ransomware ). Il messaggio simula il rimborso di un ordine, che ovviamente non esiste, e invita il destinatario ad aprire l’allegato “per maggiori informazioni”.  L’allegato però contiene un file Cabinet che, una volta aperto, installa automaticamente un software ransomware che cripta parti dell’hard disk impedendone l’utilizzo.  ...
Vai alla voce
29/01/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Sicurezza Informatica
Alcuni di voi forse sapranno già cosa è “CTB Locker” o “Cryptolocker“, in sostanza si tratta di un Virus che arriva via email (spacciandosi per un messaggio di un corriere o di un ecommerce) ed il cui scopo è criptare i file del PC dell’utente (Word ed Excel principalmente) per poi chiedere un “riscatto” in denaro all’utente se vuole avere la chiave per riaprire quei file.   Fino a quando il virus si è presentato come email in lingua inglese o scritto in un italiano palesemente contraffatto e pieno di errori le vittime sono state poche ma da ieri (i primi messaggi nella variante italiana sono arrivati il 27/01/2015 alle 9.40 circa) con questa nuova variante è facile prevedere che le infezioni saranno tantissime. ...
Vai alla voce
28/01/2015 Categorie: Sicurezza sul Web , Social-Sicurezza , Utility
I dati allarmanti relativi alla diffusione del cybercrime implicano una “corsa alle armi” da Protezione INternet parte delle aziende, poiché chi non prenderà precauzioni per contrastare questa minaccia corre il serio rischio di soccombere. Ora che la consapevolezza di questo problema è ampia, le grandi aziende ini ...
Vai alla voce


Rss sezione NewsFeed Rss